CALL PER UNA NUOVA CREAZIONE ARTISTICA

di Collettivo Amigdala

Praticare l’amicizia femminile è un’attività per creare il mondo.

— Leslie Kern
 
A partire dal desiderio di lavorare
sui temi del femminismo,
della resistenza
e della ri-esistenza,
dello spirito vitale
delle donne e della loro voce,
Collettivo Amigdala apre
una call
per dare il via a un processo
di creazione artistica
da realizzare nel 2022
. 

 

“Come resistono insieme le donne oggi?” è il nucleo di partenza di questa nuova ricerca. Una domanda che disegna una larga cornice politica, emotiva ed esperienziale all’interno della quale si muoveranno gli interessi del percorso di formazione e creazione condivisa.

La performance che verrà realizzata al termine del percorso si propone di costruire un nuovo rituale di resistenza, di riappropriazione del proprio corpo-territorio, di affermazione della propria identità femminile in un tessuto sociale e urbano volto a espellere le marginalità e soffocare le differenze.

In continuità con gli ultimi lavori della compagnia, in particolare Elementare — performance vocale della durata di una notte (2018-oggi), e le performance Voce a vento (2019) e Being There (2020) realizzate insieme all’artista Claudia Losi, i linguaggi artistici prevalenti della prossima produzione sono quelli della musica e della voce, che nella pratica artistica di Amigdala è intesa come un luogo dove si attivano processi di accessibilità e di espressione della dimensione politica del sé.

Qui la poetica e tutte le produzioni di Collettivo Amigdala

We call you!

1) La call è aperta a voci femminili di tutte le nazionalità, lingue e dialetti;
2) verrà richiesto di lavorare a Modena per una settimana intensiva al mese di un calendario che verrà comunicato alle persone scelte;
3) è richiesta una buona comprensione d’ascolto della lingua italiana.

Il debutto della produzione è previsto a ottobre 2022 nel contesto di Periferico festival a Modena.

Poi?

Dopo una prima selezione che avverrà sulla base di materiali audio e scritti, una parte delle candidate verranno convocate nei giorni 23 e 24 aprile dalle ore 10 alle ore 15 per permettere alle candidate di sperimentare personalmente il metodo di lavoro e le linee artistiche della compagnia;
in quei giorni verranno selezionate le figure che prenderanno parte definitiva alla produzione. A esclusione dei giorni di lavoro per la seconda selezione, è previsto un compenso forfettario.

L’obiettivo della call è quello di costruire un gruppo eterogeneo e multidisciplinare di identità pronte a investire in un percorso di formazione aperto e reciproco, basato sulla convinzione che ogni processo di apprendimento sia mutuale tra insegnante e allieva, così come tra le allieve stesse.

Sono benvenute sia figure già formate nell’ambito musicale (strumentale, compositivo, vocale…) che senza conoscenze consolidate: persone con una relazione d’amore già instaurata con la propria voce, donne interessate a compiere un passaggio dentro la vocalità portando un proprio sapere musicale, figure interessata a fare un’esperienza della voce non solo sociale ma anche politica.

La finalità del percorso è quella di costruire una performance musicale prodotta e curata da collettivo Amigdala.
L’intero percorso artistico, dalle fasi di creazione a quelle finali di realizzazione e allestimento della performance, è inteso come un’esperienza di trasformazione, sia per chi la produce che per chi sarà pronto a prenderne parte come spettatore o spettatrice

 

In che modo la voce canta questi orizzonti?


Collettivo Amigdala incoraggia le partecipanti a sondare il proprio desiderio di essere presenti nella voce
, di abitarla come un luogo da esplorare passo a passo e con l’ambizione di costruire un coro senza solitudini, resistendo a ogni protagonismo.

Il processo prenderà il via a aprile 2022 e si strutturerà in sessioni di lavoro di una settimana al mese fino a ottobre 2022

Qual è la richiesta?

«Sai aspettare?»
«So bruciare».
«Fino alle braci?»
«Fino alle braci».
«È perfetto».

— Chandra Livia Candiani, L’attesa ardente (2018)

Ti chiediamo un estratto registrato della tua voce di 30 secondi, in relazione libera e sentimentale con queste parole. Non ci interessano un testo, o parole che abbiano un senso esatto. E nemmeno un canto o una citazione.

Ci interessa una libera associazione vocale più vicina alla musica o al rumore degli uccelli o delle cellule che ascolti o ti immagini dentro questi versi, che a noi ricordano il dialogo tra due donne.

L’audio deve essere inviato in forma digitale all’indirizzo
info@collettivoamigdala.com entro il 10 aprile 2022.

 

La cura del processo vocale è di Meike Clarelli, cantante e musicista, direttrice dei cori Les Chemin des Femmes e Le Core – voci indisciplinate. La formalizzazione degli elementi per la creazione di una performance site-specific è collettiva con il coordinamento di Federica Rocchi, dramaturg e curatrice.

Il gruppo artistico è inoltre coadiuvato da studiose provenienti dai campi della scrittura, dell’antropologia e della sociologia, con l’intento di ricevere un supporto bibliografico e storico di approfondimento.

 

Info e contatti

Collettivo Amigdala
info@collettivoamigdala.com
Tel. 059.8777673
Fb e IG @collettivoamigdala


Share this post

Altre azioni

La disobbedienza dell’acqua

Opere

Magnitudo

Opere

DI BOCCA IN BOCCA

Cantieri / Opere

A Forgotten Tune

Opere