MODENA PARADE / CORTEO MODENESE

Azione pubblica realizzata nell’ambito della mostra: Jordi Colomer. Strade
MODENA PARADE / CORTEO MODENESE
L’azione pubblica performativa è promossa da FMAV e da Collettivo Amigdala
Mostra: 4 marzo / 8 maggio 2022
Opening: 4 marzo ore 18 @Palazzina dei Giardini, Corso Cavour, 2 – Modena
Parata, azione performativa: 27 marzo ore 10/13

 

 


 

Nell’ambito della mostra Jordi Colomer. Strade, è stata ideata l’azione partecipativa e performativa Modena Parade/Corteo Modenese. Si tratta di un corteo, concepito esclusivamente per la città di Modena, che attraverserà il 27 marzo 2022 dalle ore 10.00 la città – dal Cimitero Nuovo di San Cataldo, opera di Aldo Rossi, fino alla Palazzina dei Giardini, sede della mostra.

 

Si sta preparando un corteo.
Camminerà danzando lungo la città.
Sarà una parata, un movimento corale,
un attraversamento collettivo delle strade di Modena.

 

Pensato come un attraversamento collettivo delle strade di Modena, il corteo sarà una giornata di festa per celebrare la vita.  Le persone, guidate da un gruppo di performer in costume da scheletro, saranno coinvolte in una sorta di “corteo funebre rovesciato”, per andare verso la vita riappropriandosi delle strade, le piazze, i luoghi negati dal lockdown. 

L’azione, promossa da FMAV Fondazione Modena Arti Visive e da Collettivo Amigdala, è a cura di Daniele De Luigi e Federica Rocchi ed è realizzata con la partecipazione dei bambini della Scuola primaria Cittadella, degli studenti dell’Istituto Superiore Adolfo Venturi e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi Tonelli, dei partecipanti al workshop con l’artista tenutosi presso la Scuola di alta formazione FMAV, del Dipartimento educativo FMAV, e inoltre di Museolaboratorio Quale Percussione? di Luciano Bosi e del Coro Le Chemin des Femmes. Lo svolgimento della performance presso il Cimitero di San Cataldo è resa possibile dalla disponibilità di Dugoni Facility Management.

Durante l’azione saranno effettuate delle riprese video, con la regia di Jordi Colomer insieme a Milo Adami, dalle quali sarà realizzato un film dell’artista, prodotto da FMAV e dal MACBA Museo d’arte contemporanea di Barcellona. L’opera entrerà nelle collezioni gestite da FMAV e verrà esposto nella retrospettiva dell’artista in programma nel museo catalano nel 2024. Le fotografie del corteo forniranno una documentazione dell’evento che farà parte del catalogo di mostra, pubblicato dall’editore Franco Cosimo Panini e in uscita nel corso dell’esposizione alla Palazzina dei Giardini.

 

 

CANTIERE PER MODENA PARADE

Nel corso del mese di febbraio si sono svolti una serie di dieci laboratori-cantiere per preparare il corteo insieme a gruppi di studenti, docenti, alunni e cittadini che hanno costruito insieme all’artista la visione intorno al progetto, le maschere, gli strumenti, i gesti del corpo che la comporranno e che continueranno anche dopo l’inaugurazione della mostra. Il processo di creazione collettiva dà vita alla realizzazione di un’installazione site-specific presentata in mostra come work in progress: un grande tavolo su cui saranno presentati maquette, oggetti, immagini, parole che costituiranno una restituzione visiva del corteo. 

Per realizzare questa visione aspettiamo persone, cittadine e cittadini che possano incarnare questa azione-lampo con i loro corpi.

Il cantiere è aperto a tutta la cittadinanza

 

 

Jordi Colomer

Jordi Colomer (1962) si è formato come artista, architetto e storico dell’arte nella Barcellona progressista degli anni Ottanta. Il suo lavoro opera nel campo della scultura e delle installazioni, della fotografia e della videoarte, e tutta la sua attività si caratterizza per uno spiccato senso performativo, mettendo alla prova, attraverso le sue azioni, i modi consueti di utilizzare l’architettura e lo spazio urbano. Il suo interesse si rivolge ai sistemi di rappresentazione della città e alla nostra capacità di sovvertirli, e da questa indagine emergono i temi di fondo della sua pratica artistica: il nomadismo, il periferico, l’immaginario popolare, l’umorismo, la comunità, il provvisorio, la finzione e l’utopia. Jordi Colomer ha rappresentato la Spagna alla 57a Biennale di Venezia (2017).

Crediti

  • MODENA PARADE / CORTEO MODENESE — idea e progetto diJordi Colomer
  • a cura di Daniele De Luigi e Federica Rocchi
  • Prodotto da: FMAV Fondazione Modena Arti Visive
  • In collaborazione conCollettivo Amigdala
  • CoreografiaDaina Pignatti con Marta Cellamare, Beatrice Rossetti, Antonio Santangelo e con la partecipazione di Martina Rivoli, Anita Macrì, Rosita Martinelli, Adele Verri, Elia Maselli
  • Drammaturgia sonoraLuciano Bosi con la partecipazione di La Banda dei Tamburi
  • Coinvolgimento delle comunitàSilvia Tagliazucchi
  • OrganizzazioneLaura Petrucci, Tommaso Franchin, Serena Terranova
  • Supporto per i materiali di scenaBeatrice Pucci, Sara Garagnani, Elia Mazzotti Gentili
  • Con la partecipazione diScuola primaria Cittadella – Istituto Comprensivo 9 di Modena; Istituto Istruzione Superiore Adolfo Venturi, Modena; Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi Tonelli, Modena, Museolaboratorio Quale Percussione?, coro Les Chemin des Femmes; Dugoni scrl – Cimitero Nuovo San Cataldo
  • Con il supporto diMarino Neri, Matteo Di Cristofaro, Angelo Canali, Eugenio Ronchetti, Dante Farricella e di tutti i cittadini che ci hanno aiutato durante il cantiere aperto
  • Regia videoJordi Colomer con Milo Adami
  • Riprese videoTIWI studio
  • Con la partecipazione di Scuola primaria Cittadella–Istituto Comprensivo 9 di Modena; IIS Adolfo Venturi, Modena; Istituto Superiore di Studi Musicali "Orazio Vecchi - Antonio Tonelli", Modena; Dugoni facility management – Cimitero Nuovo San Cataldo; Museo-laboratorio Quale Percussione?; Coro Le Chemin des Femmes; Cpia 1 Modena - Centro Provinciale Istruzione Adulti; FMAV - Scuola di alta formazione; Dipartimento educativo FMAV

Share this post

Il cantiere

Sono previste giornate aperte a tutti per contribuire alle fasi preparatorie del corteo. Durante queste giornate i partecipanti saranno invitati a costruire scene, dipingere, imparare danze da fare durante il corteo ma anche condividere idee e proposte. I laboratori sono aperti a tutti, adulti, bambini e ragazzi e non richiedono particolari competenze.   16 marzo  laboratori di danza e movimento con Daina Pignatti
  • ore 17/19 per ragazze e ragazzi
  • ore 21 per adulti
19 marzo
  • ore 15/19, laboratorio di maschere con Beatrice Pucci
  • ore 17, incontro con Jordi Colomer
20 marzo
  • ore 15/19, laboratorio di maschere con Beatrice Pucci
  • ore 17/19, laboratorio di danza e movimento con Daina Pignatti
Il cantiere aperto si svolge a OvestLab  - Via Nicolò Biondo, 86. L'accesso è gratuito e libero. Per prenotarsi al laboratorio di danze e per info sul cantiere: info@collettivoamigdala.com T 059.8777673.
Il punto di ritrovo per Modena Parade/Corteo Modenese è il 27 marzo a partire dalle ore 10 al Cimitero Nuovo di Aldo Rossi (ingresso su Strada Cimitero San Cataldo) e terminerà alla Palazzina dei Giardini intorno alle ore 13. L’ingresso è gratuito. Saranno garantite le norme per la tutela sanitaria, in conformità con la normativa vigente alla data di realizzazione dell’evento.
Altre azioni

Stagione del mutuo discorso

Connessioni

Voce a vento — Claudia Losi

Connessioni

Archivio Architetto Cesare Leonardi

Connessioni

Murmur Music & Arts

Connessioni