Premio IMAGONIRMIA 2020

Spostamento variabile
Premio IMAGONIRMIA 2020

Premio IMAGONIRMIA, ed. 2020
«spostamento variabile»

 

Helicotrema 9

 

Helicotrema è un festival no profit iniziato nel 2012 che presenta una programmazione di brani audio registrati, ponendosi come obiettivo di indagare le possibilità di un ambiente e di una forma di ascolto collettiva come accadeva nei primi decenni delle trasmissioni radiofoniche.

Il festival si struttura in una serie di sessioni d’ascolto, come delle proiezioni cinematografiche senza schermo, in cui il pubblico è invitato a immergersi nell’ascolto di composizioni di autori internazionali. Negli anni il festival ha ospitato ascolti in luoghi molto diversi indagando sempre come opere audio, ambiente e pubblico possano fondersi insieme. 

Quest’anno Helicotrema, in qualità di vincitore della 5° edizione di Premio Imagonirmia «spostamento variabile» art residency + publishing project, di Associazione Imagonirmia di Elena Mantoni, a cura di Isabella Bordoni, si unisce alle associazioni Imagonirmia e Amigdala per presentare un’edizione site-specific della rassegna all’interno del Villaggio Artigiano Modena Ovest.

Le sessioni d’ascolto, pensate per i residenti e per i visitatori del quartiere, si svolgeranno sabato 26 settembre all’interno degli impianti de “La Fratellanza 1874”, uno dei più rinomati campi di atletica leggera a livello nazionale.

Traendo spunto dalla location, il programma di ascolti includerà opere sonore che riflettono sui temi del corpo, della competizione sportiva, dell’esercizio fisico.

 

Grazie a Premio Imagonirmia, Helicotrema avrà inoltre la possibilità di raccontare i suoi nove anni di attività attraverso una pubblicazione edita da Viaindustriae, partner editoriale del Premio, la cui uscita è prevista per l’autunno 2020. Il volume sarà strutturato come un manuale di autoprogettazione del festival e conterrà un intervento realizzato ad hoc dall’artista statunitense Marcos Lutyens, stampato su flexy-disc.

 

 

**

Helicotrema 9
Villaggio Artigiano Modena Ovest, Modena 

26 Settembre 2020 
A.S. Campo di Atletica “La Fratellanza 1874”
nell’ambito di Verso Sera 2020

 

  1. 9.30 – 11.30

Warm up!

Nella mattinata del 26 Settembre Helicotrema propone una selezione di ascolti per accompagnare la fase di allenamento. Accompagnati da opere che spaziano da Cassius a Monteverdi fino a Fifa98, gli atleti e il pubblico sono invitati a riappropriarsi dello spazio fisico.

Si consiglia abbigliamento sportivo.
Pista / capienza max 60 persone

 

  1. 18.00 – 19.00 – prima sessione d’ascolto

Miglioramento

Pista / capienza max 60 persone

 

 

  1. 19.00 – 20.00 – seconda sessione d’ascolto

Sprint

Pista / capienza max 60 persone

 

  1. 21.00-22.00 – terza sessione d’ascolto

Il medagliere

Tribune / capienza max 90 persone

 

Con opere sonore di:

Giovanni Boscolo e Giona Rossetto, Daria Corrias e Franco Ariaudo, Federico Chiari, Peter Cusack, Alicja Czyczel, Stanislao Di Giugno, Alan Dunn, Ubu Kung, Marcos Lutyens, Lili M., Maria Papadomanolaki, Renato Rinaldi, Atau Tanaka, James Webb.

 

Accessibilità:

Ingresso libero fino a esaurimento posti previa prenotazione all’indirizzo imagonirmia.booking@gmail.com, con indicata la fascia oraria a cui si intende partecipare.

Ciascuna sessione presenterà autori differenti. 
La prenotazione è obbligatoria. 
In caso di pioggia l’evento si svolgerà all’interno.

Si prega di munirsi di mascherina e presentarsi 10’ prima dell’inizio di ogni sessione, per adempimento norme antiCovid: igienizzazione mani e prova temperatura corporea all’ingresso.
Si prega di osservare la puntualità. 

 

**

Helicotrema – Festival Audio Registrato è curato da Blauer Hase e Giulia Morucchio.

Helicotrema 9 è realizzato con il sostegno di Premio Imagonirmia & Viaindustriae publishing e di collettivo Amigdala in collaborazione con OvestLab / Verso Sera, rassegna estiva del Villaggio Artigiano Modena Ovest e A.S. La Fratellanza 1874.

Anche quest’anno Helicotrema 9 sarà in anteprima radiofonica la sera del 24 settembre su RAI Radio 3, che si conferma media partner del festival.


Share this post

Imagonirmia

Avviato nel 2016 e collocato per il suo primo triennio a Chiaravalle (Milano), Premio IMAGONIRMIA «spostamento variabile» [art residency + publishing project] è un progetto di Associazione Imagonirmia di Elena Mantoni con la curatela di Isabella Bordoni. Nel biennio 2019 e 2020, Imagonirmia si innesta nella realtà del Villaggio Artigiano di Modena Ovest, in sinergia con Amigdala, OvestLab e Archivio Architetto Cesare Leonardi. IMAGONIRMIA ha mobilitato l’interesse di quegli artisti il cui lavoro si relaziona con i luoghi minori, interpretati come terreno di affettività civile, in dialogo tanto con il radicamento quanto con lo spostamento. Il bando del Premio IMAGONIRMIA «spostamento variabile» chiama dunque a idee-progetto capaci di relazionarsi con gli spazi, i processi, gli esiti, i paradigmi, le invenzioni, le visioni, le nuove economie urbane, gli “archivi del presente” e con altre “visioni” di passato e di futuro, che il panorama della dismissione (territoriale, lavorativa, aggregativa) del Villaggio Artigiano Modena Ovest, chiama, evoca, consente o nega. Il Premio si esprime in una residenza, nell’accompagnamento curatoriale utile allo sviluppo dell’idea-progetto, oltre che in un sostegno economico alla ricerca e alla produzione e in una pubblicazione nella collana «Quaderni di Imagonirmia» edita da VIAINDUSTRIAE - gruppo di ricerca interdisciplinare per l‘editoria d’arte. Nel corso del 2019, le associazioni Amigdala, CivicWise Italia, Imagonirmia con Premio IMAGOMIRMIA, e altri attori locali in cordata hanno vinto il Bando CREATIVE LIVING LAB del Mibac: dopo alcuni mesi di lavoro organizzativo e curatoriale, nell’ottobre 2019 è nato MOP / MODENA OVEST PAVILLION, all'interno del quale Premio IMAGONIRMIA sviluppa e cura processi di residenza artistica e formativa.  
Altre azioni

Murmur Music & Arts

Connessioni

Archivio Architetto Cesare Leonardi

Connessioni

Atti clandestini per terre mobili

Connessioni

Premio IMAGONIRMIA 2019

Connessioni