C come città

Il futuro è un ordine che insorge.
C come città
Nella cornice del “Progetto Periferie – Rigenerazione e Innovazione Area Nord” del Comune di Modena è nato C COME CITTÀ, ideato da Collettivo Amigdala e Teatro dei Venti. 


Le due compagnie hanno realizzato un progetto con interventi di rigenerazione urbana a base culturale rispettivamente in due zone contigue della città, a ridosso della stazione ferroviaria.
In collaborazione con le realtà del territorio, nel periodo giugno / settembre 2021 si sono svolte diverse azioni basate su una visione dell’arte e dei processi culturali come motori di cambiamento, in grado di innescare processi creativi collettivi ed empowerment delle comunità. Il progetto si è posto l’obiettivo di contrastare l’immagine di fragilità di queste aree dando valore alle competenze locali, per attivare visioni di futuro, riunire la comunità attorno a immaginari condivisi e sviluppare una maggiore consapevolezza del territorio. Il carattere competente, energico e vitale di tali zone emerge attraverso la narrazione smart condivisa attraverso il flusso di immagini e parole del canale instagram dedicato.

C come città simbolo giallo
«C come città si pone l’obiettivo di “fare cittadinanza” attraverso un lavoro di prossimità territoriale svolto a passo d’uomo, realizzato attraversando la città, le sue strade, le sue piazze e i suoi parchi, incontrando le persone, le comunità, le associazioni, gli esercenti, parlando e discutendo, dando voce e visibilità, mostrando alla città la ricchezza di questi territori per favorire nuove narrazioni e nuove visioni di futuro».
— Federica Rocchi, curatrice Collettivo Amigdala

 

Collettivo Amigdala ha dunque proposto un percorso partecipativo per la progettazione di esplorazioni urbane che attraverso le zone di R-Nord, viale Gramsci, Parco XXII Aprile, quartiere Sacca e area Nord: percorsi che sono stati poi proposti durante il mese di Settembre ai residenti e alla città tutta, per attraversare le aree di interesse con un nuovo sguardo.

All’interno del progetto è stato inoltre istituito un Comitato Scientifico che ha accompagnato e supportato il processo a tutela della sua qualità, ponendosi come occhio esterno in grado di offrire una critica propositiva e dare un punto di vista altro al progetto al contempo puntuale e totalmente in linea con le volontà e le vocazioni delle due associazioni capofila. Il Comitato ha visto la presenza di Claudio Calvaresi (Architetto urbanista, membro di Avanzi srl – sostenibilità per azioni), Linda Di Pietro (curatrice artistica e direttrice del programma di BASE Milano), Renzo Francabandera (Giornalista, critico d’arte e teatro, curatore indipendente), Vittorio Iervese (Professore di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso UNIMORE e Festival dei Popoli, Istituto Italiano per il film di documentazione sociale.

Il processo partecipativo

La prima fase ha coinvolto numerose realtà attive in diverse modalità e su diversi ambiti del territorio attraverso un percorso partecipato e collaborativo, sulla base di cui sono stati  realizzati i diversi percorsi dal titolo CAMMINARE LA CITTÀ, Passando per esplorazioni urbane, visite guidate a spazi privati e pubblici del quartiere per conoscerne le opportunità, racconti di commercianti, esercenti, artigiani, associazioni, residenze artistiche per reinventare creativamente il quartiere.

La prima tappa del processo partecipativo si è svolta in forma di incontro assembleare il 29 giugno 2021 presso il bar Arcobaleno in Via Giuseppe Toniolo, 124 – Parco XXII Aprile.

CAMMINARE LA CITTÀ

camminate pubbliche sonore
Tre camminate attraverso l’area nord di Modena, tra quotidianità e stupore, voci e atmosfere, per ascoltare, osservare, incontrare il territorio.
#1 Da Porta Nord al Parco XXII Aprile

21 settembre 2021
— a cura di Collettivo Amigdala
— ideata e realizzata con Circolo Alchemia, Centro Culturale e Multietnico Milinda, Gavci Amici della Darsena, Modena Sobborghi, Zero in Condotta
— con la collaborazione di Vibes

#2 Da R-Nord a Via Staffette Partigiane

28 settembre 2021
— a cura di Collettivo Amigdala
— ideata e realizzata con Cooperativa Sociale ALiante, Centro MASA – UniMORE, Junto, Scuola di musica Euphonia, Museo Quale Percussione
— con la collaborazione di Vibes

#3 Dagli Orti di Viale Gramsci a R-Nord

5 ottobre 2021
— a cura di Collettivo Amigdala
— ideata e realizzata con Caritas, Croce Rossa Italiana – Comitato Modena, Centro La Fenice, Equilibri, Associazione Viale Gramsci, G124
— con la collaborazione di Vibes


Share this post

Altre azioni

MOP

Cantieri

HUBER

Cantieri

Giovani per il territorio

Cantieri

CRA.TERI

Cantieri